mercoledì, febbraio 28, 2007

Di anonime muraglie


Genova, febbraio 2007 - Letiziajp ©

1 commento:

Fabio ha detto...

Genova, una citta` saltata fuori dai miei sogni di bambino, una vertigine di case che partono dall`acqua e che si arrampicano l`una sull`altra, tutte affacciate a strapiombo su un porto enorme e fantastico, un porto di navi gigantesche che sbuffano, partono e arrivano. Genova, una citta` troppo grande per il piccolo mare che ha di fronte, un porto che ha l`odore di tutti i mari del mondo, che fa riemergere ricordi sconosciuti di terre lontane, di un tempo indefinito e cristallizzato, il tempo della liberta`, del corpo e del pensiero. Vado a Genova, mi immergo nella citta` e divento me stesso, mi fermo su una banchina e viaggio, bighellono nei depositi in disuso del porto vecchio e mi sento vivo.